Ho bisogno di te, e dove lo scrivo? Qui, dove non potrai mai leggerlo, ma infondo non cambierebbe nulla neanche se te lo urlassi, non mi hai mai vista nel modo in cui ti vedo io, non provi quello che provo io quando ti vedo. Tu non hai bisogno di me, ma io si e continuerò ad averne.

-Un’amante silenziosa

"Sono sicura delle mie insicurezze. Sono certa delle incertezze, sono costante nel mio essere incostante e sono coerente nell’essere incoerente. Sono la perfetta costruzione della mia autodistruzione."

"Ho bisogno che qualcuno abbia bisogno di me"

uraganidistrutti (via uraganidistrutti)

Qualcuno…

(via unragazzochenonvive)

(via quella-ragazza-troppo-timida)

"Tutti dicono che l’amore fa male, ma non è vero.
La solitudine fa male. Il rifiuto fa male. Perdere qualcuno fa male.
Tutti confondono queste cose con l’amore, ma in realtà, l’amore è l’unica cosa in questo mondo che copre tutto il dolore e ci fa sentire ancora meravigliosi."

"Da piccolo avevi paura dei tumori,
ed ora fumi.
da piccolo avevi paura del sangue,
ed ora ti tagli.
da piccolo non ti piacevano i bambini,
ed ora te ne innamori.
da piccolo avevi paura di morire,
ed ora hai paura di vivere, sopravvivere."

"Cambiate musica.
Cambiate libri.
Cambiate voci, strade, luoghi.
Cambiate i fogli attaccati ai muri, il colore di smalto, il modo di pensare.
Dovete cambiare.
Dovete cambiare ed imparare a ricominciare.
Dovete ricominciare.
Non sentitevi persi, non sentitevi soli, tanto nessuno lo è mai davvero. A partire da chi sta condividendo la vostra stanza, la vostra casa, il vostro quartiere. A partire dalla cuccia che avete in casa, una gabbietta, un acquario, una chat a destra dello schermo. Non siete soli.
Piangete. Piangete fino a versare vomito e lacrime nello stesso bagno. Piangete fino a farvi venire la febbre, i brividi sul corpo, il mal di testa che non riesce a farvi dormire.
Piangete.
E anche tanto.
Poi ricominciate. Che non significa non soffrire più, attenzione.
Si soffre sempre, a ricordare di cosa si stava facendo in questo momento settimane fa, del pensiero che si aveva fisso mesi fa, dei sogni e delle speranze che non si perdevano mai, anni fa.
Tutto perso, già, ma ricominciate.
È difficile. È dura. Ma non dura per i giorni, difficile per le ore ed i minuti che non passano mai.
Ma poi passano anche quelli, tranquilli.
I minuti passeranno con le ore e le ore con i giorni. Ma poi passa.
Ricordate:
poi
passa
tutto.
O torna, o passa.
Ce la fate, stampatevelo in testa, sul frigorifero, sui muri.
“Posso farcela”.
E ora cambiate canzone.
E fate un sorriso."